Personale

Voli nel tuo cielo

“L’Amore”

L’amore è sempre paziente e non porta rancore….

E’ Tardi …
e scusami se ti disturbo mio cuore,
tesoro…,

Ma ho dovuto scomodare la quiete di questa mio studio,
di questo mio mondo,
perché potessi cacciar via,
il dolore della tua meritata credo  gioia…

Vedermi uomo nei pensieri,
in questa notte,
ho fatto mio ciò che era forse prevedibile da Te…

Riprendere in mano una penna per ritornare poeta..

Chi sono,
e il motivo per cui stia scrivendo lo sa mio figlio…
E’ una  condanna assai pesante.

 

Conosco le speranze prima che esse incontrino DIO
è un dono ricevuto e non so perchè…

Totò scriveva nel teatro,
che
la tragedia prima di un inizio è inutile…

Del perchè di quel sogno di qualche giorno fa,
ora tutto mi è chiaro.

Ma se mai ne avessi avuto uno degno di essere vissuto…
come sarebbero andate le mie piccole gioie?

Che maledizione è mai custodire un credo?
quando oramai la vita ,
mi abbia già preso l’anima.

Come posso scordare ciò che ancora vive,
Come posso scordarmi,
Come ???

Come fanno le persone a dimenticare i veri sentimenti….
Dio come si fa?

Ancora non so chi sono,
e non è uno scherzo
o forse si,
ma ha poca importanza stanotte…

Il nostro tempo cancellato,
nel timbro della tua chiesa anche quel figlio ti sorrise.

Della tua voce,
ho coltivato la maturità.

Tutto

Tutto è qualcosa decisamente più forte di me,
l’esistenza,
la passione,
e sebbene l’umiltà mi abbia sempre indicato come vivere,
debbo ammettere che è stata dura la mia vita,

Vivendo ho comunque cercato di renderla speciale anche commettendo errori.

Penso,
e sento caos,
tanto caos che non vedo più in te invece.

So che hai messo i remi in barca,
Io invece il mio fiume,
debbo ancora navigarlo………………..

Ciao cuore.

Giovanni Rito Russo


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: