Personale

~ Tranquillità ~

tranquilitytop

~ Tranquillità ~

Gentilmente porto il cuore mio
nelle mani di Dio,
possa farne amore,
almeno Lui.

Picchietto forte la mente,
perché possa ritornare muta e solitaria.

Ad un ritorno volontario e gratificante del mio Io,
frappongo la vita di oggi,
e come usanza vuole,
vivo di emozioni cui raccontarle renderebbe ridicolo me.

Ma non sento il bisogno di aprirmi più a nessuno,
son troppe le cose da sistemare,
troppi compromessi accettati,
ma faccio mia la maturità,
mai compresa di un vivermi.

Accettarmi così,
fa parte purtroppo,
delle tante mie maschere,
che debbo usare per non soffrire più…,

Stanca l’anima mia,
porta la tempesta nel mio corpo,
troppe volte aperto a chi non meritava,
nemmeno un amaro saluto,
un bacio perso,
o un leggermi in poesia,
mi regala più battiti …

Sono solo,
come è difficile scriverlo
e capire quanto reale sia il vuoto..

e fra carte,
e un menefreghismo mai voluto,
divento riccio di idee,
cui solo un anima capì,

e se oggi vivo,
nei miei ricordi
c’è l’onda della sua tempesta.

Che mi ha amato,
con tutta la sua Tranquillità… Grazie

G.R.R..

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: