Personale

“Possa la Mia vita”

[audio:Yiruma–09-Time-Forgets.mp3]

“Possa La Mia Vita”

Chiedere la mano del vivere semplice,

mi toccano assai le note del viandante,

che cerca ristoro in quattro mura,

si isola solo dopo aver lavorato,

pagando il conto che gli spetta.

Egli immagina e sogna che quella stanza,

per quella notte,

sia tutto il suo mondo…….

Quante volte mi è capitato di vedermi dentro,

cosi facendo,

amarmi per come mi amo nella vita,

ma son cose queste che ad occhi chiusi,

si immaginano volentieri.

Eggia,

Sognare è ancora un lusso potuto dei poveri,

di coloro i quali potrebbero cambiare le cose,

ma non hanno avuto dalla loro la fortuna.

Descrivo il mio modo di vedere questo mondo ,

io lo so,

non è certo il Vangelo,

ma rasenta la perfezione per me,

sebbene non sempre riesco con i miei  mezzi a dimostrarlo.

Possa la vita segnarsi queste mi esternazioni.

Volutamente il corpo rivolge lo sguardo alle notti che ho potuto vivere,

e a quelle non più,

possa la mente mia non dimenticare letture.

Ho posseduto il cielo credevo…,

anni fa la mia adolescenza credeva,

ma si sa,

e sanno i vincitori,

che il posseduto è un termine non vero.

I soldi,

I soldi si rincorrono i soldi,

ma ne ho la mente esausta e spoglia.

Abbandonare?

e perchè mai se le cose cambiassero forse si,

ma non cambiano gli uomini,

e fin quando gli occhi miei apriranno me al mondo,

una voce che incita l’avrò.

Ho scritto e dentro me sento di voler disperatamente piangere,

osservo il tempo lui non mi nega verità….

Gio,

le 2 e 11 di un sabato che distrugge, accellerà e frena me.

Dio, Dio ascolta chi ti prega,

ma di me lascia che ti creda.

Fin quando posso scriverò del mondo,

del mio mondo antico,

se sai fare di meglio Tu allora vien qui,

ma umilmente insegnamelo con parole mie.

G.R.R.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: