Personale

Mi Ricordo di Te

Mi ricordo di te

sì, mi ricordo

e della quercia sotto cui baciasti

per prima la mia mano:

il polso, il palmo, e poi tutte le dita

 

apprensione e letizia quelle labbra

così voraci e umide, d’umori

che segnavano tracce

ai miei pensieri.

Dello sguardo ho ricordo e del sorriso

dentro cui mi tenesti imprigionato

e dei sospiri, certo

ah, quei sospiri …

 

Ricordo il tuo sapore un po’ salato

che si mischiava in bocca alla saliva

un sentore d’estate alla marina

di sudore e tabacco

e liquirizia.

 

Ricordo di una ghianda tra il fogliame

che pizzicava la mia pelle nuda

e il cielo di viola

e le cicale …

 

Quel che è venuto dopo è già lontano.

E.G.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: