Audio Mp3 e Vari

~ Dear John ~

Le più belle frasi tratte dal film Video e  colonna sonora finale…

saying_goodbye._V203688824_

  • Sono una moneta dell’esercito americano, coniato nell’anno 1980. Sono stato un tondello di metallo, sono stato inciso e pulito le mie estremità sono state bordate e levigate ma ora sono una moneta con due piccoli fori non più in perfette condizioni e c’è un’altra cosa che ti voglio dire, un attimo prima che tutto diventasse nero, vuoi sapere l’ultima cosa a cui ho pensate? a Te! (John)
  • Attento a non inciampare in un falò, ok? (Savannah)
  • Ovunque sarai e qualsiasi cosa stia accadendo nella tua vita, tutte le volte che ci sarà la luna piena tu cercala nel cielo. E mentre la guardi, pensa a me, perché dovunque sarò e qualunque cosa stia accadendo nella mia vita io farò lo stesso. (Savannah)
  • Fidati di me, passerà prima che tu te ne accorga e poi tornerò qui per sempre! (John)
  • Tante cose cambiano in un anno… Stanotte sei qui con me… (Savannah)
  • Amare significa avere a cuore la felicità dell’altro più della propria, per quanto ciò comporti scelte dolorose. (John)
  • Non so in quale parte del mondo tu sia adesso john! Ma so che ho perso il diritto di sapere queste cose molto tempo fa… Non importa quanti anni passino, so che una cosa è certa come lo è sempre stata… A presto, John! (Savannah)
  • Ogni notte mi addormento preoccupata per te, mi chiedo dove sei, ma stanotte no, questa notte sei qui con me. (Savannah)
  • Due settimane insieme, questo mi è bastato, solo due settimane per innamorarmi di te. (John)
  • Mi piace tuo padre, si vede che ti vuole bene anche se tu non lo vedi… (Savannah)
  • Le persone più tristi che ho incontrato nella mia vita, sono quelle alle quali non importa davvero nulla di niente. (Savannah)
  • Hai presente il sesto senso che hanno i cavalli? La capacità di avvertire il pericolo, di avvertire il male… Io credo che l’abbiano anche i bambini autistici. (Savannah)
  • Caro John parlami di tutto, scrivimi ogni cosa, in questo modo staremo sempre insieme anche se non siamo insieme… (Savannah)
  • Tu hai scritto il tuo primo biglietto, io ho scritto il mio. Non leggerlo. Aspetta che vada via. (Savannah)
  • Caro John, due settimane insieme, sono state sufficienti… due settimane per innamorarmi di te! Ora staremo lontani per un anno ma cos’è un anno dopo due settimane così! Mi hai fatto una promessa, la promessa che so che manterrai. Devi farmene solo un’altra per questo periodo che resteremo divisi: raccontami tutto, scrivimi ogni cosa John… appuntalo su un taccuino, scrivilo a macchina, mandami un email… non mi interessa come ma voglio sapere tutto. In questo modo io e te saremo sempre insieme anche se lontani. In questo modo il tempo passerà in un lampo e ci vedremo presto! (Savannah)
  • Cara Savannah, te lo prometto. Ti prometto che ci vedremo presto, prometto di scriverti sempre, prometto di raccontarti tutto. Sii paziente però. Queste lettere potrebbero metterci un pò ad arrivare. Siamo già inviati in missione. Il problema è che qui non è tanto facile trovare un ufficio postale. Non esiste una connessione internet quindi devo mandarti tutto con la posta aerea, purtroppo non mi è permesso dirti esattamente dove sono, posso solo dirti che il posto dove ci hanno mandati mi fa venire tanta voglia di America. La mancanza di qualcosa che somigli ad un oceano mi fa venire la mancanza di Charleston e tutto ciò che mi circonda mi fa sentire la tua mancanza. Ci spostiamo molto spesso quindi le lettere tendono ad arrivare tardi e in ordine confuso d’ora in poi sarà meglio numerare le nostre così sapremo in che ordine le abbiamo scritte ma alla fine ogni volta che arrivano è una buona giornata. Quando non arrivano invece è una giornata sbagliata anche se so che arriveranno. Lo so! (John)
  • Io so solo che voglio stare qui, voglio solo stare qui con te più tempo che posso, sei l’unica persona che conta capisci? l’unico pensiero importante e sto cercando di capire qual è la cosa giusta da fare ma non lo so… (John)
  • Caro John, so che è passato troppo tempo dall’ultima lettera che ti ho scritto, sono praticamente 2 ore che fisso questa pagina bianca, a dire la verità la sto guardando da almeno 2 mesi… Ti prego perdonami per quello che ti sto per dire e sappi che questa è la cosa più difficile che abbia mai fatto. La mia vita senza di te non ha senso ma non ce la faccio ad andare avanti così. Mi dispiace John. (Savannah)
  • Lei ti ama ancora lo sai? È chiaro come il sole. le si legge in faccia. Vorrei che non fosse così ma lei non mi ha mai guardato come guardava te!. (Tim)
  • Caro John, sono 5 anni che non scrivo un lettera con una penna vera su un vero foglio di carta ma ho pensato di farlo per raccontarti tutto quello che è successo dall’ultima volta che ci siamo visti! […] Non so in quale parte del mondo tu sia adesso John, so che ho perso il diritto di sapere queste cose parecchio tempo fa. Non importa quanti anni passino so che una cosa è certa come lo è sempre stata… a presto John! (Savannah)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: