Personale

~ 38 anni di Respiri ~

~

Una vita di Respiri da raccontare,
infiniti attimi vissuti nella più desolata pazzia.

Io e Te,
litigiosi ma osservatori.

Sai capire dove i miei limiti finiscono,
e dove iniziano i tuoi,
parlo di limiti del cuore,
limiti di coloro che hanno sofferto in amore.

Per questo mi sei sempre piaciuta,
devo ammetterlo…

Mai come ora vorrei poter fare di più,
ma mi sento un po svuotato,
forse è il momento di riempire i vuoti personali,
con altre cose.

Penso e mi sento Padre, Eremita e Inutile…

Ma ho te,
e forse non perfettamente sono un eroe ai tuoi occhi,
ma ho te,
e ti immagino perseverare nel curare,
le cose assurde tracciate dai miei silenzi.

Ormai è cosi,
gli anni passano e non puoi fermarli,
puoi riempirli di cose e momenti…

Di momenti che ti segnano,
e di cose che restano come monili in casa per anni…

Ma veniamo a noi,
ai tuoi 38 respiri,
quelli che mi hanno stregato,
e che forse in modo strambo racconto a te in modo ermetico.

E’ una questione di ferite,
che mi frena Nico,
ma in ogni secondo,
momento che il cuore anche,
segna sul suo tabellone della vita,
nel suo incedere pulsare io ti ritrovo vicina.

Ma come prima di un sussulto affogato in un tacito silenzio,
prima che tutto torni reale,
mi affanno a scriverti,
nell’augurarti i miei tremanti auguri Moglie e Amante mia cara…

Al Mio Respiro Tuo G.R.R.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: