Tormentarsi l’animo 06/04/2001 ore 13:00

Sei partita da 4 giorni e tanti dubbi mi hai messo in testa. Dammi pure dello sciocco e del testardo ma se mi sbagliassi un po’ di verità comunque c’è ….

Eppure mi ripeto che non voglio crederci ma tu non fai niente per dimostrarmi che non è così.

Mi hai mai tradito? Si amore……….fosse solo con il pensiero sicuramente……..basta ora.

In questa vita che fugge mi aggrappo con calma su questo treno e cerco di tenermi forte.

Il cuore ora mi batte forte forte e non so se è perché voglio con tutto me stesso continuare a vivere o semplicemente batte solo perché sa cosa si prova a perdere un amore puro.

Così come si soffre per una lontananza indesiderata o per un dubbio palese di credere di aver perso la tua metà così mi rendo conto di aver perso 3 anni e poco più della vita mia, e come il vento che soffiando alza polvere su polvere cosi ora tu vita hai alzato in me polvere e polvere di sospetti di un amore che si sta sgretolando a poco a poco e niente posso contro il destino effimero che mai credevo fosse così insensibile.

Ormai che dire più …!!!

La vita si sa è una ruota che gira e gira e qualche volta finisce nelle fossette e in quella fossetta mi ritrovo e con gli occhi che inutilmente cercano di fingere di stare bene mi ritrovo invece a subire un male che non credevo di meritare.

In questi giorni vita o forse non posso più permettermi di chiamarti così, e allora in questi giorni Milena voglio che tu sappia che ogni tuo gesto ogni tua parola ogni tuo respiro mi ruba la voglia di vivere.

Allora mi chiedo perché non morire? A chi darei fastidio? A nessuno. E se ancora mi ritrovo solo a scrivere la parola “morte” che tante volte a segnato la mia crescita è perché odio questa parola e ciò che essa significa e comporta…. O forse sono tanto vigliacco da non riuscire riuscire a ……….

Se mai avessi un sol motivo, per cui questa vita abbia senso per me, mi aggrapperei a questa speranza. Altra bella parola, speranza ma di cosa? Di che? Attorno a me una vecchia canzone di Mina mi lascia perplesso e mi dico sii forte.

Giovanni Rito Russo