Tiepida Luna...

Questa notte ti ho seguito...

nel tuo lungo e perpetuo...

moto....

 

sembravi triste ....

due occhi i tuoi....

fissi e sornioni....

fissavano i miei...

 

impaurito... voltai lo sguardo...

come una bimbo di fronte al terrore della morte...

cercai di scappare...

di scappare dai tuoi occhi... 

avvolti nel buio più fitto...

 

Domani tornerai di nuovo?

incredulo cercai di raffigurarti...

come un amica che capisse...

 

capisse i miei ma...

i miei perché?

ma mai nessuno che capisse ....

quale fosse il tuo scopo....

 

la vita qui ti appare così fragile.... vero?

 

che buffo.....

per un attimo ho sognato di parlarti....

riapro gli occhi e mi ritrovo....

 

solo.....

solo.... come sempre.....

 

nel buio della mia camera....

 atterrito....

cerco di tornare bimbo...

accovacciato in modo tale....

da ricordare me nel ventre materno....

 

mi alzo dal letto....

l'aria fredda che la notte porta.....

mi invade.....

ma tu....

pian piano.....

ti accosti alla mia finestra...

cerchi un compagno che ti faccia compagnia.....

 

quante notti a te dedicate....

ma quante perse nell'oscurità...

 

Ti cerco e ti tendo la mia mano....

e tu mi prendi......

 

Mio Dio....

 

sembra un sogno e nel sogno vorrei restare....

 

poi una fitta al cuore interrompe il nostro amore....

 

apro gli occhi e tu non ci sei più....

 

Torna....

 

domani io starò qui ad aspettarti.....

 

Giovanni Rito Russo.....