~ Umiltà ~

33 anni e un matrimonio alle porte,
quanto Dio ne sia felice non so,
provo a chiederglielo ogni notte,
e ne ricevo solo calore,
in risposta ad un anima che ha cosi tanta paura.

Ne penso in bene comunque di ogni forma di vita,
non spiegabile in pensieri solo umani,
pensieri nostri cosi limitati.

Quello che è accaduto nella mia vita,
nel mio modo di vivere,
in quell'adolescenza vissuta cosi timidamente fino ad oggi,
hanno fatto capolino in Me,
tra le vene cariche di sangue,
le speranze e gli insuccessi avuti,
i quali venendomi a trovare in questo 10 giugno 2012,
mi hanno portato solo Lezioni di Vita.

E il Futuro?

Nemmeno credevo potessi immaginare,
quanto fosse possibile scrivere ora,
che son qui a riempiere righi di idee che non hanno madri...

Ho imparato ad accorgermi di più,
della sofferenza che vive quotidianamente nelle persone,
quando si condividono drammi simili,

o quando percepisci del perchè del loro carattere.

Quando ti giri e noti come alcune anime,
gestiscano la sofferenza,
in modi silenziosi,
e a volte cosi diversi dai tuoi no.

E cresce l'ansia di questa vita,
che fa battere questo cuore,
come un ticchettio d'orologio.

Credi di non essere sicuro più di nulla,
ma hai solo voglia di non guardarti indietro.

Ma quando non posso farne a meno,
in quei live,
in quei momenti è sempre notte in me,
ove si fanno strada le esperienza e le consapevolezze,
di non essere nessuno e tanti
ma ho maturato i miei limiti.

Odio arrivare alla fine,
e non aver potuto dire,
era ciò che volevo fare,
questo nella vita,
questo nelle mie decisioni .

Ma so che uno come me esisterà solo dopo me,
attraverso le impronte che ho lasciato qui e la,
nei vostri cuori.

Penso e dunque scrivo il nulla.


Giovanni Rito Russo