La vita scorre,
se solo potessi sedermi ad osservarla..

leggeri aliti di un vento timido,
mi regalano visioni di un tramonto..

Seduto su di una roccia,
il capo fa fatica a sorreggersi,
invoco il tuo nome,
ti cerco nella disperazione di un saluto,
nelle sere in cui apro lo sportello,
di un auto che ti riaccompagnerà a casa tua...

Il ritorno verso la mia,
è sempre cosi lastricato di te,
ma non è senso di sconfitta..
solo la semplice considerazione,
di un ritrovarmi solo a letto,
e uno sguardo a te nel led di un cellulare....

Mio Respiro,
partono le idee e le speranze,
e ogni tanto qualcuna riesco ad afferrarla,
la osservo per poi renderla reale...

Poter a breve viverti in questa vacanza,
è stata un idea,
poi tramutatasi in speranza,
e alla fine resa reale per la forza,
e la convinzione di riuscire in tutto con te.

Sono un poeta,
e cerco di non farlo notare in questo mondo,
perchè non è facile vivere così.
Tu sai di me ben oltre la scrittura,
sai di me oltre i miei vestiti in prosa.

Ho cosi paura di perderti,
di vederti andar via che ripiego il dolore,
in questo scritto a te,
solo a te rivolto...

Respiro, Mio Respiro...
quanto la vita ci terrà ancor divisi?

Mentre una risposta non riesco a trovarla,
ti osservo,
e la tua bellezza mi placa,
mi rende uomo e forte....

Cielo mio,
questa giornata mi ha parlato molto di te,
e ho sentito il bisogno di farlo anche io.

Ti ho amato,
ma ora credo di provare qlc di più,
un turbinio di un infinito che tu sei per me...

E' come aver conosciuto Dio,
e aver con lui parlato di te.

Ti Amo G.R.R.