Chiove

Chiove amore mio,
la luna lontana prende in giro i miei occhi,
se nasconde dentro le mie paure...

Quante e di cosi cari gli abbracci nudi,
le carezze mi mancano di notte,
che amerei divenire foglia d'autunno...

Vorrei vivere la mia vita,
fra esternazioni d'affetto,
fra le
coccole bisognose che cullando me,
baciano i miei progetti,
di
uomo in cui perdersi è molto facile...

Perso fra amori che dalla vita ho avuto in dono,
dolci strati di panna mettevano gioia nel mio cuore
voglia d'amare una firma cosi in me...

Odio la mia mente che non fa altro che ripetersi,

in errori che non dovrei più commettere.

Come procedere verso quel sogno mio?
Chi mai vorrà la mia compagnia.....

Ho Paura,
nel mio piccolo pensare,
i giorni accavallano umili idee,
e nelle vitali cime di ciliegi,
immersi in distese di prati verdi,
soffiano le miei angosce e disperate abitudini,
le mie paure inascoltate...

Ecco ai piedi fra la terra umida sono,
dal profumo che ne esce,
di una radice faccio si che le mie aspirazioni diventino realtà....

Mi sento cosi diverso....
Mentre ciò che anelo non è altro che serenità,
chiudere gli occhi...

Essere cosciente di non desiderare altro che il suo respiro,
sulla pelle d'oca che mi procurerà....

Voglia di recitargli i miei strampalati desideri,
amarla come se amassi me padre di un figlio.....

Danzano le voci delle galassie,
si scontrano vere e proprie opere d'arti,
prima o poi se non erro a tutti è dato vivere storie intrise di felicità...

Aspettando,
preparo il calore di un bacio perchè possa sentirsi a casa nostra...

Chiove,
ti bagno con tutto me stesso sogno d'amore....

Giovanni Rito Russo