~ Di Te ~

Di Te ho amato sempre Me,
e
questa vita,
perchè diversamente non sarei stato che il nulla...

Ecco...
da qui posso partire nella inutile illusione,
passione solitaria e alquanto dura,
da non volere che pace e dignità....

Mi Umilio,
ancora...
e ancora ora,
nel raccontarti la grandezza di una amore cresciuto,
un amore di vita,
quel che tu sei stata per me....,

Amore voluto,
sofferto,
e a volte preteso..
mai superficiale...

So di averlo meritato,
in quanto valori ne ho persi per Te,
a quel che è stato viverti
bhè un sogno io l'ho sempre avuto...

Ora cerco di capire perché,
perchè una donna corteggiata da altri si perda così....

Non ho mai intravisto ostinazioni più grandi
di una donna che sbagliando,
non sappia dire ma che diavolo stia facendo.......!!!!

Ho colto che esistono vie da seguire
per riuscire anche solo a non pensarti,
a dimenticarti,
li ove nemmeno credevo esistesse la tua mancanza...

Esistono i dolori da quando esiste la tua freddezza,
non capisci che di nuovo non troverai mai nulla...

Imparerai a tue spese quanto farà male...
e mi dispiace,
ma non posso aiutarti così....

Hai ragione quando dici che sia io ora a provare dolore,
ma sai...
la notte dormo bene,
sapendo di aver creduto in tutto ciò tu eri per me.

Con questo io sento la dignità addosso e tu che senti?

Sei cosi spersa nei tanti inesistenti problemi,
che chi sa farti sorridere riesce a far breccia nel tuo cuore,,,,

Nei natali e inverni l'unica stufa che poteva tenerti ero io,
ma sei divenuta grande..
cosi credi te..
da non aver più bisogno di quel calore....

Pagherai in lacrime io lo so,
l'esser riuscita a non farti più amare....
da me,
che soffro al sol pensiero di dimenticarti
anche nelle cattiverie ricevute...

Hai perso un artista dell'amore,
hai perso me,
giacchè non so se mai riuscirò a perdonarti,
in 5 minuti a telefono hai acconsentito si liquidasse una storia,
la nostra povera storia,
fatta di tante cose belle che tu nemmeno ricordi...

Che fine ha fatto il diario della nostra vita?
starà prendendo polvere in qualche scaffale perso di casa tua...

Non mi importa,
tu non mi importi più...
Odio cosi assai averti amato da sentirmi inutilmente sconfitto...

Quanto si poteva vivere stupida..
ma non esistono scuse....

Adesso,
adesso mi hai insegnato....
cosa significa l'essere vuoto e non avere sogni...

Adesso so
e avrei semplicemente voluto non conoscerti...

Giovanni Rito Russo